Altalena d’agosto

02/09/2019 Bundesliga |  Autore: Sergio Sorce

È stato un agosto altalenante dalle parti del Millerntor. Andiamo a riviverlo passo passo fra tabellini e una breve cronaca.

02/08/19

St. Pauli – Greuther Fürth 1-3

Dopo l’amaro pareggio maturato al 90° a Bielefeld, i pirati esordiscono in casa come peggio non si poteva fare contro il Fürth. Risultato finale 1-3 e se non fosse stato per il gol di Diamantakos, che ha accorciato dopo la doppietta di Keita-Ruel, e per una traversa poco dopo il gol, che ha fatto tremare i bianco-verdi, non ci sarebbe stata partita per i boys in brown. Mister Luhukay rispetto all’esordio non cambia modulo ma preferisce Bednarczyk e Kalla al posto di Hornschuh e Park. Sotto 1-2 serve a poco l’inserimento dello svedese Gyökeres (in prestito dal Brighton in Premier) al posto proprio di Bednarczyk, perché due minuti dopo il suo ingresso in campo è Green a chiudere gioco, partita e incontro.

FC St. Pauli

Himmelmann – Kalla, Avevor (Hornschuh 20°), Knoll, Buballa – Hoffmann – Bednarczyk (Gyökeres 68°), Miyaichi, Møller Dæhli, Conteh (Buchtmann 77°) – Diamantakos

Allenatore: Jos Luhukay

Greuther Fürth

Burchert – Sauer, Caligiuri, Mavraj, Wittek – Ernst (Jaeckel 80°), Seguin, Mohr (Nielsen 90°+1) – Stefaniak (Redondo 69°), Keita-Ruel, Green

Allenatore: Stefan Leitl

 

Marcatori: 0-1 Keita-Ruel (17°), 0-2 Keita-Ruel (35°), 1-2 Diamantakos (45°), 1-3 Green (70°)

Ammoniti: Wittek

Arbitro: Sven Jablonski

Stadio: Millerntor

Spettatori: 29.546

17/08/19

Stoccarda – St. Pauli 2-1

A Lubecca stacchiamo il biglietto per il secondo turno di Coppa dopo una drammatica lotteria dei rigori (3-3 alla fine dei supplementari) e si vola a Stoccarda. Qui, contro una squadra dichiaratamente allestita per tornare in Bundes, usciamo sconfitti 2-1 a testa altissima. È un 4-4-2 quello che mette in campo Luhukay, con Lankford al fianco del solito Diamantakos e Hornschuh, Buchtmann, Sobota e Gyökeres (titolari a Lubecca) inizialmente in panchina. Il vantaggio lampo di Dæhli carica i pirati che sfiorano il raddoppio con Conteh e ancora Dæhli. Nella mancanza di cattiveria, di cinismo nel chiudere la partita si vedono i limiti di una squadra che alterna bel gioco a black-out. Basti pensare che lo Stoccarda, dopo il pareggio di Kempf al 60° su bello schema da angolo, negli ultimi venti minuti ha fatto registrare il 70% del possesso palla. Figlio di una corazzata costruita per vincere ma anche di una tenuta mentale nettamente superiore. Si spiega così il gol di Gonzales che al 90° regala i tre punti ai suoi e condanna il St. Pauli a recitare un altro inevitabile mea culpa per l’occasione persa.

VfB Stuttgart

Kobel – Stenzel, Badstuber, Kempf (Phillips 73°), Sosa – Karazor – Ascacíbar, Castro – Didavi – Al Ghaddioui (Klimowicz 77°), Gomez (Gonzales 51°)
Allenatore: Tim Walter

FC St. Pauli

Himmelmann – Carstens, Hoffmann, Knoll, Buballa – Miyaichi, Møller Dæhli (Buchtmann 64°), Becker, Conteh (Sobota 78°) – Lankford, Diamantakos (Gyökeres 61°)

Allenatore: Jos Luhukay

Marcatori: 0-1 Møller Dæhli (18°), 1-1 Kempf (60°), 2-1 Gonzales (90°)            

Ammoniti: Carstens, Sobota

Arbitro: Guido Winkmann

Stadio: Mercedes-Benz Arena

Spettatori: 53.315

26/08/19

St. Pauli – Holstein Kiel 2-1

Alla quarta giornata arriva finalmente la vittoria. Stavolta sono Hoffmann, Carstens e Lankford ad accomodarsi in panca con Lawrence e Penney titolari. Luhukay mescola la carte, cambia modulo e propone Conteh partner d’attacco di Diamantakos. Nel primo tempo lamanovra e vivace, merito anche di un Miyaichi in palla, ma il gol non arriva. Bisogna aspettare il quarto del secondo tempo quando Lawrence batte Reimann per la prima volta. Sembra la giornata giusto per gioire e infatti un quarto d’ora più tardi Conteh raddoppia e premia la scelta di mister Luhukay. I padroni di casa riaprono con Baku ma mancano pochi minuti e, per una volta, non sono nemmeno di eccessiva sofferenza.

FC St. Pauli

Himmelmann – Kalla (Lankford 46°), Lawrence, Buballa – Miyaichi, Becker (Hoffmann 67°), Knoll, Penney – Møller Dæhli – Diamantakos, Conteh (Sobota 84°)

Allenatore: Jos Luhukay

Holstein Kiel

Reimann – Ignjovski, Neumann, Wahl, Van den Bergh – Mühling, Sander (Serra 27°) – Lauberbach (Atanga 46°, Khelifi 85°), Özcan, Baku – Lee

Allenatore: André Schubert

Marcatori: 1-0 Lawrence (49°), 2-0 Conteh (66°), 2-1 Baku (81°)

Ammoniti: Kalla, Miyaichi – Ignjovski, Van den Bergh

Espulsi: Penney (90°+2)

Arbitro: Markus Schmidt

Stadio: Millerntor

Spettatori: 29.546

31/08/19

Dynamo Dresda – St. Pauli 3-3

Si può non vincere una partita dopo essere stati in vantaggio di 3 gol? Il calcio ci insegna di sì e la storia delle rimonte ha scritto una pagina amara per il St. Pauli: quella della trasferta a Dresda. Dopo il triplo vantaggio (firmato da una doppietta di Diamantakos e da Sobota) i pirati subiscono la rimonta della Dynamo. Clamoroso il pareggio su un black-out di Himmelmann e tutta la difesa (tra l’altro appena dopo essere andati in vantaggio di un uomo a causa della giusta espulsione di un avversario). Tante le occasioni sprecate dai pirati per chiudere il match; pirati che hanno mostrato un caricatore pieno di cartucce per quanto riguarda l’attacco ma dietro occorre registrare qualcosa, soprattutto i circuiti della concentrazione.

Anche questo è St. Pauli, qualcosa di non convenzionale. Per una volta rubiamo il claim alla concorrenza: NOT FOR EVERYONE. E soprattutto la prossima partita non è per tutti: il derby contro l’Amburgo!

Dynamo Dresden

Broll – Wahlqvist, Ehlers, Müller (Koné 76°) – Ebert, Burnic, Nikolaou, Löwe – Horvath (Stor 46°), Jeremejeff, Atik (Klingenburg 61°)
Allenatore: Christian Fiél

FC St. Pauli

Himmelmann – Carstens, Lawrence, Buballa – Hoffmann, Knoll (Østigård 79°) – Miyaichi, Becker, Møller Dæhli (Buchtmann 89°), Sobota (Sobota 61°) – Diamantakos
Allenatore: Jos Luhukay

Marcatori: 0-1 Diamantakos (13°), 0-2 Sobota (16°), 0-3 Diamantakos (29°), 1-3 Nikolaou (40°), 2-3 Nikolaou (54°), 3-3 Koné (85°) 

Ammoniti: Burnic – Møller Dæhli, Carstens

Espulsi: Nikolaou (84′)

Arbitro: Benjamin Cortus

Stadio: DDV-Stadion

Spettatori: 29.000