Sconfitta e spettro Liga 3

23/04/2018 Bundesliga |  Autore: Sergio Sorce

270 minuti per evitare i play out e l’incubo retrocessione. Non c’è altro da aggiungere, a parte che il prossimo contro il Fürth sarà uno scontro da dentro o fuori. Le ultime due ci vedranno in casa contro l’Arminia Bielefeld e l’ultima in trasferta a Duisburg. Possiamo dirlo: ci aspettano tre finali! Ci siamo arrivati purtroppo perdendo male a Regensburg. Facciamo un passo indietro.

Alla prima occasione il Regensburg passa. I pirati faticano a gestire la pressione avversaria e al 10°, su una corta respinta di Ziereis, Grüttner non perdona e di controbalzo scaraventa alle spalle di Himmelmann: 1-0. Al 18° accade l’incredibile: Buballa si libera di un avversario, crossa per Diamantakos che nell’area piccola calcia al volo trovando il miracolo di Weis. La conclusione dell’attaccante è debole ma resta il miracolo dell’estremo difensore. E’ il momento migliore dei pirati che ci provano con Ziereis di testa su sponda di Diamantakos. Le nostre idee offensive sono poche, la manovra è lenta e alla seconda palla gol il Regensurg raddoppia. Al 20° Buballa spazza sui piedi di Saller che stoppa, alza lo sguardo e pennella sulla testa di Adamyan: 2-0. Dall’altra parte Diamatakos è l’unico a provarci, stavolta su calcio d’angolo al 35°. Dieci minuti più tardi l’episodio che taglia definitivamente le gambe ai boys in brown. Allagui entra scomposto su un avversario e l’intervento gli costa il secondo giallo.
Al rientro in campo, col St. Pauli già sul pullman per Amburgo, Mees sigla il 3-0 con un bel destro a giro sul secondo palo. Da lì in poi accade ben poco. L’unico episodio felice per i nostri è il gol della bandiera di Flum, abile a insaccare dopo una spizzata di Diamantakos da rimessa laterale: al minuto 53 è il definitivo 3-1.
Himmelmann fa in tempo a compiere il solito intervento straordinario per evitare il poker mentre Sahin, entrato da cinque minuti, finisce anzitempo sotto la doccia per eccesso di foga. Il St. Pauli, mai così in basso in questa stagione, finisce in nove uomini.

Adesso la classifica piange e ci vede terzultimi a +3 sul Darmastadt, posizione che significherebbe play out contro la terza della Liga 3, ad oggi il temibilissimo Karlsruhe. Uno scenario assolutamente da evitare, cominciando a vincere il drammatico scontro diretto al Millerntor contro il Fürth, davanti a noi di un solo punto. Sabato alle 13.00 tutti connessi, chi col cuore, chi con la testa, chi in streaming. Tutti uniti dal vessillo dei pirati.

 

 Il tabellino

 SSV Jahn RegensburgFC St. Pauli 3-1

SSV Jahn Regensburg
Weis – Saller, Nachreiner (Palionis 18°), Knoll, Nandzik – George (Gimber 77°), Geipl, Lais, Mees – Grüttner, Adamyan (Hein 88°)
Allenatore: Achim Beierlorzer

FC St. Pauli
Himmelmann – Park, Ziereis, Avevor, Buballa (Schneider 39°) – Buchtmann, Flum (Zehir 83°), Neudecker (Sahin 71°), Kalla, Allagui –Diamantakos
Allenatore: Markus Kauczinski

Goals: 1-0 Grüttner (10°), 2-0 Adamyan (20°), 3-0 Mees (48°), 3-1 Flum (53°)
ammoniti: Knoll, Palionis, Lais, Mees – Neudecker, Kalla, Diamantakos
espulsi: Allagui, Sahin
arbitro: Dr Matthias Jöllenbeck
stadio: Continental Arena
spettatori: 15.210

Novarese, grande appassionato ed esperto di calcio, è il principale autore dei resoconti post-partita del St. Pauli su questo blog. Imperdibile il suo “pagellone” finale!