Vittoria scaccia-guai contro il Bochum

22/12/2017 Bundesliga |  Autore: Sergio Sorce

Ci sono un turco, un tedesco, un polacco e un tunisino. Sembra l’inizio di una barzelletta e invece è il quartetto che ci ha fatto sorridere prima di Natale: Sahin, Schneider, Sobota e Allagui. Semplicemente imprendibili a campo aperto. Devastanti con le loro ripartenze. Così il St. Pauli si è tirato fuori dai guai prima della sosta.
Certo non è stata una vittoria facile quella contro il Bochum. Si è visto il limite di una squadra che senza un faro a centrocampo fatica a rendersi pericolosa quando ha il pallino del gioco. Ideale invece la gestione quando si tratta di ripartire, pur con 60 metri di capo davanti.
Non esiste un sostituto naturale di Buchtmann e così mister Kauczinski opta per due faticatori come Flum e Park. Decisamente meglio il primo, in crescendo il coreano col passare dei minuti.
La prima fase è appannaggio degli ospiti ma tra la conclusione di Kruse e il gol c’è di mezzo il solito Himmelmann. Poco dopo è una splendida diagonale di Buballa su Hinterseer a mantenere lo 0-0. Il nostro quartetto risponde con delle folate isolate che man mano infondo coraggio ai pirati. Al 34° da una palla recuperata di Sobota nasce un calcio di punizione. Battuta affidata a Sahin, la palla sfila e Sobiech da bomber vero la inzacchera di sinistro: 1-0! E delirio Millerntor!
Al 38° stessa scena: fallo su Sahin, il turco batte la punizione e Sobiech di testa sfiora il raddoppio da due passi. Tre minuti dopo il capitano schiaccia di testa su calcio d’angolo e prende la traversa. Scatenato.
Il primo tempo si chiude con la pressione dei boys in brown e la ripresa si apre col cinico Schneider che, ancora su ripartenza, lanciato a rete non perdona: al 49° fa 2-0!
Himmelmann protegge il doppio vantaggio, Sahin non vede lo spazio per mandare in porta un compagno e Allagui al 72° su un lancio lungo sfugge ai centrali ma spara addosso al portiere.
In mischia al 75° Hinterseer accorcia e fa 1-2. Resta un quarto d’ora votato alla resistenza in cui arretriamo, solito problema, per la paura di una vittoria che manca da tanto, troppo tempo. Ma St. Pauli è abituato a soffrire. In campo sembrano scendere pure i quasi 30.000 del Millerntor. Una bolgia accompagna l’assedio del Bochum fino a triplice fischio liberatorio.

Il pagellone

Himmelmann: risponde subito a Kruse. Protegge il 2-0. Quando la difesa sbanda predica sicurezza. Gli aggettivi sono quasi finiti. Voto 7: affidabile
Zander: Kruse e Soares sono clienti scomodi. Con l’incoscienza dell’età ne esce a testa alta e prova ad affondare appena può. Voto 6: sfacciato
Sobiech: è l’uomo a cui affidare le sorti del mondo se il destino del genere umano dipendesse da un calcio d’angolo. Sblocca il risultato di testa, sfiora due gol in 6 minuti e dietro è insuperabile. Voto 7,5: armageddon
Avevor: mostra tutti i limiti se attaccato vis a vis. Ma sa soffrire e questa squadra ha bisogno anche di questo. Voto 6: gregario
Buballa: pronti-via chiude Hinterseer con una diagonale che vale un gol. Chi sa di calcio riconosce un giocatore e lui ha gran senso del tempo. Voto 6,5: jazzista
Flum: non è un uomo d’ordine né uno che sa dettare i tempi. Ma sa leggere la partita e quando i pirati arretrano permette alla squadra di stare a galla. Voto 6,5: baricentro
Park: in ritardo come un suburbano per Milano. Poi si riprende, trova lo spazio e spalleggia Flum in un faticoso lavoro di raccordo. Voto 6: fiatone
Sahin: nervoso, rapido, instancabile. Pecca in visione di gioco ma la sua velocità crea una quantità di problemi che il Bochum non si aspettava di trovare tra le linee. Voto 6,5: spina
(dal 68° Litka: quando entra i giochi sembrano fatti. Poi Hinterseer li riapre e lui si acclimata immediatamente. Voto 6: connesso)
Allagui: a tratti imprendibile in campo aperto. Se unisse al dinamismo la concretezza giocherebbe in un’altra categoria. Voto 6,5: elettrico
(dal 94° Choi s.v.)
Schneider: fondamentalmente ha una sola vera palla gol. E non perdona. Il resto è lavoro sporco e sacrificio. Voto 7: letale
(dal 85° Kalla s.v.)

Il tabellino

St. Pauli – Bochum 2-1

FC St. Pauli
Himmelmann – Zander, Sobiech, Avevor, Buballa – Flum, Park – Sahin (Litka 68°), Allagui (Choi 90°+4), Sobota – Schneider (Kalla 85°)
Allenatore: Markus Kauczinski

VfL Bochum
Dornebusch – Gyamerah (Hoogland 60°), Losilla, Bastians – Celozzi, Janelt (Tesche 89°), Danilo – Sam (Wurtz 65°), Stöger, Kruse – Hinterseer
Allenatore: Jens Rasiejewski

maractori: 1-0 Sobiech (34°), 2-0 Schneider (49°), 2-1 Hinterseer (75°)
ammoniti: Park, Flum – Janelt, Stöger
espulsi: (doppia ammonizione): Losilla
arbitro: Bibiana Steinhaus
stadio: Millerntor
spettatori: 29.005

Novarese, grande appassionato ed esperto di calcio, è il principale autore dei resoconti post-partita del St. Pauli su questo blog. Imperdibile il suo “pagellone” finale!