Il nostro sogno si è avverato!

21/09/2017 Bundesliga  Nessun commento |  Autore: Carlo Ghio

Dario Pozzi

Il nostro amico Dario Pozzi, iscritto al St. Pauli Club Zena da quasi 10 anni, è finalmente riuscito a realizzare il suo sogno: andare al Millerntor a vedere una partita del nostro amato Sankt Pauli assieme a suo figlio Sebastian. E hanno pure portato bene, visto che i boys in brown hanno vinto all’ultimo secondo contro l’Heidenheim. Dario ci ha poi scritto mandandoci un racconto di questa magica esperienza, con tanto di foto a immortalare l’evento. Non potevamo non condividere con tutti i fan italiani del St.Pauli questa sua bellissima esperienza che solo chi è stato almeno una volta al Millerntor sa quanto valga. Danke Dario und Sebastian e sempre forza Sankt Pauli!

Ciao a tutti i pirati del club ZENA!

Sono Dario e volevo condividere con voi la nostra (io e mio figlio Sebastian) esperienza al Millerntor il 26/08/17 per assistere a St.Pauli-Heidenheim.

Partita che inizia alle 13,30 (orario un po’ indigesto), dunque sveglia alle 9,00 circa, colazione sostanziosa in albergo e via a prender la metropolitana. Durante il tragitto a piedi dall’albergo alla U-bahn notiamo subito che la città di Amburgo vive fieramente la rivalità tra le sue due squadre; infatti esposti da balconi e finestre sventolano i vessilli dell’HSV e del St.Pauli, nei negozi si intravedono baristi con felpe raffiguranti il Jolly Roger ma anche con il rombo nero blu! I pali della luce sono ricoperti di adesivi dei gruppi Ultrà delle due curve!

Bene! Una bella passeggiata che ci fa entrare subito in clima calcistico!

St.Pauli Lampedusa

Quattro fermate e scendiamo alla stazione di St. Pauli, usciamo seguiamo un gruppetto di persone ricoperte di vessilli bianco-marroni che in due minuti ci guidano, inconsapevoli, ai piedi del Millerntor! Tempo altri 5 minuti per ritirare i biglietti e subito ci mettiamo a girare intorno! Per essere le 10,30 c’è già un discreto movimento soprattutto sotto la Curva Sud dove si stanno allestendo le bancarelle delle tante iniziative umanitarie che caratterizzano club e tifoseria: “Viva con agua”, “Profughi Lampedusa St.Pauli” e altre ancora; in più ovviamente (siamo fuori da uno stadio) non manca il furgoncino con birra e panini. Prima birra per me e panino con pesce (d’altronde Amburgo è città portuale) per Sebastian, tutto nonostante la colazione sostanziosa!

Capito che siamo italiani, i ragazzi e le ragazze del banchetto di Lampedusa si mettono a chiacchierare con noi e subito ci prendono in giro perché confessiamo di non essere mai stati sull’isola! Un’offerta per aiutarli e in cambio ci riempiono lo zaino di adesivi! Salutiamo e ci rechiamo al negozio della squadra dove all’interno si trova una parete piena di adesivi di molte tifoserie d’europa: per l’Italia spiccano la Sampdoria e l’Atalanta (altre ci possono essere scappate).

stpauli_03

All’esterno, nel piazzale, viene anche allestito un gonfiabile per i bambini: se ne vedono molti, anche di molto piccoli che arrivano allo stadio dentro i carrellini coperti trascinati dai genitori in bicicletta.

st.pauli kids

Tutto questo con la colonna sonora dell’inno del St.Pauli cantato con voce roca dal chitarrista appollaiato davanti alle biglietterie!

Bella atmosfera! Entriamo, lo stadio si riempe, sventolio di palloncini e l’emozionante (almeno per me) entrata in campo con le campane degli ACDC! Sebastian registra tutto!

Dario Pozzi

Scorrono 91 minuti noiosi, la Süd Kurve canta per quasi tutta la partita e quando cessa gli dà il cambio il settore alla sua destra.

Il grido SANKT PAULI’ SANKT PAULI’ coinvolge tutto lo stadio, tolto lo spicchio rossoblu degli Ultrà dell’Heidenheim che tamburellano incessantemente per 91 minuti!

Suedkurve

Si perché per 91 minuti non succede niente, ma basta il minuto 92 per far sì che sul nostro sogno appena avverato venga messa la ciliegina!

TOOOOOOOOOR dei pirati (almeno Dario e Sebastian non saranno considerati due gufi da queste parti!). 1-0 e non si torna neanche a centrocampo!

Tooooor!

Ultima sorpresa: partita finita ma tutti fermi al loro posto! Nessuno esce dallo stadio!

Le due squadre si radunano in cerchio nel campo e poi si dirigono a salutare le proprie tifoserie: Heidenheim in fila a battere i cinque ai tifosi al seguito (tanto di cappello) e padroni di casa a prendere il saluto di braccia ritmate avanti e indietro dai quattro settori del Millerntor!

Bene possiamo andare! Ma possiamo notare come tutti raccolgano i bicchieri di plastica delle birre per depositarli nei cestoni delle associazioni umanitarie che restituendo il vuoto recupereranno qualche soldo per sviluppare le loro attività d’aiuto e far avverare sogni più importanti del nostro!

Dario e Sebastian

L’impressione è che si vinca o pareggi o che si perda al Millerntor si faccia parte di una grande famiglia per 90 minuti!

Auguriamo di vivere questa esperienza a tutti gli appassionati di calcio e non!

Forza pirati!

Dario e Sebastian

Genovese, sponda blucerchiata, è uno dei 3 fondatori del St. Pauli Club Zena nonché l’amministratore di questo sito.

Invia una risposta

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>