Non basta la festa del gol a Friburgo

12/04/2016 Bundesliga |  Autore: Sergio Sorce

In casa della capolista è andata in scena una sfida ricca di gol ed emozioni, una partita che ci ha visto sempre rincorrere, affrontata forse con l’approccio sbagliato, in cui abbiamo espresso le cose migliori solo quando abbiamo orgogliosamente cercato di ridurre lo svantaggio. Ripercorriamo l’altalena di highlights.

Al , sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Thy si dimentica totalmente di  Kempf che si avventa su un’incerta respinta di Himmelmann su un tiro dalla distanza e con un tap in porta in vantaggio il Friburgo: 1-0.

Lennart Thy prova subito a farsi perdonare inserendosi col tempo giusto sul cross di Hornschuh ma l’incornata non è delle miglior. L’attaccante è protagonista poco dopo quando serve Sobota sulla sinistra, sterzata e destro a giro sul secondo palo che Schwolow devia coi polpastrelli.
Dall’altra parte Alushi si fa soffiare il pallone, ne approfitta Niederlechner che mette in mezzo un assist comodo comodo incredibilmente sprecato da Petersen, stoppato da un intervento di piede  di Himmelmann.

In campo la superiorità della capolista è evidente e il raddoppio è opera dell’italiano Grifo che al 35° trasforma una punizione calciata alla Ronaldinho facendo passare la palla sotto alla barriera: 2-0.

La reazione dei braunweiss prima dell’intervallo è tutta nella serpentina di Sobota tra le maglie del Friburgo conclusa da un tiro strozzato a centro area.

Nella ripresa Lienen prova a dar maggior vivacità alla manovra con Maier al posto di Kalla e il match sembra prendere subito un’altra piega; Ziereis di testa su calcio d’angolo stampa la palla sulla traversa, il più lesto di tutti a prendere il rimbalzo è Nehrig che, grazie anche alla deviazione di Petersen, accorcia le distanze: 1-2!

E’ una speranza che dura soltanto 5 minuti perché quando Philipp si accentra verso l’area del St. Pauli i difensori tardano ad uscire (soprattutto Ziereis) aspettando un passaggio in profondità e lasciando troppo spazio al tiro che sorprende Himmelmann e vale il 3-1.

Non è finita, Lienen gioca la carta Myaichi al posto di Nehirig, la pressione sanktpauliana cresce e al 75° ci avviciniamo nuovamente al Friburgo: Hornschuh addomestica un cross dalla sinistra, carica il tiro, elude l’intervento di un avversario con la suola e scarica centralmente per Alushi che di destro scaraventa un bolide alle spalle di Schwolow: 3-2!

A questo punto tentiamo il tutto per tutto con la velocità di Picault al posto di un esausto Thy ma Kempf, a 5 dalla fine, corona la sua giornata di grazia con la doppietta che spegne definitivamente le nostre speranze; bellissimo lo stacco sulla traiettoria disegnata da Grifo su calcio d’angolo: 4-2.

Anche il nostro migliore in campo è un difensore, si chiama Hornschuh ed è arrivato nelle ultime ore di mercaro; il terzino è l’ultimo ad arrendersi e nell’ennesima discesa della sua partita si guadagna il penalty che Sobiech trasforma per il definitivo 4-3.

Friburgo-St. Pauli 4-3 b

Il Tabellino

Friburgo-St. Pauli 4-3

SC Freiburg

Schwolow – Stenzel, Torrejon, Kempf, Günter – Frantz, Abrashi, Philipp (90°+1 Mujdza), Grifo, Niederlechner (77° Nielsen), Petersen (81° Guede)
A disp. Klandt Hohn Hufnagel Stanko
Allenatore: Christian Streich

FC St. Pauli

Himmelmann – Hornschuh, Sobiech, Ziereis, Buballa – Alushi, Nehrig (72° Miyaichi) – Kalla (46° Maier), Sobota, Buchtmann – Thy (79° Picault)
A disp. Heerwagen Gonther Keller Choi
Allenatore: Ewald Lienen

Marcatori: 1:0 Kempf (3°), 2:0 Grifo (35°), 2:1 Nehrig (55°), 3:1 Philipp (60°), 3:2 Alushi (75°), 4:2 Kempf (85°), 4:3 Sobiech (90° rig.)
Ammoniti: Kalla, Sobota
Arbitro: Guido Winkmann
Stadio: Mage Solar Stadion
Spettatori: 24.000