A Monaco una sconfitta che brucia

23/02/2015 Bundesliga |  Autore: Sergio Sorce

TSV Monaco 1860-St. Pauli

La storia di questa stagione si arricchisce di un altro capitolo folle viste le palle gol sprecate nel finale a Monaco. Chissà quali parole avrà usato Lienen per consolare i suoi quando, riuniti in cerchio, hanno raccolto i cocci dell’ennesima sconfitta esterna. Fa male vedere che la squadra non stia raccogliendo risultati nonostante abbia fatto progressi sul piano del gioco, ma proprio per questo non bisogna perdere la fiducia. Perdendo questo scontro diretto scivoliamo a -4 proprio dal Monaco 1860 che occupa la 15° posizione che significa salvezza senza passare dallo spareggio.

Thy è stato vera croce e delizia per la presenza sotto porta ma l’anemia col gol, che ha contagiato altri braunweiss, alla fine premia i bavaresi che portano a casa tre punti col minimo sforzo.
L’approccio è quello di una squadra che và a giocarsi con coraggio la salvezza nella tana del lupo e già in avvio Thy non inquadra il bersaglio di testa su cross del solito Rzatkowski. Le premesse sembrano buone ma al 10° il Monaco 1860 passa con la sfortunata autorete di Gonther che in spaccata cerca di intercettare il cross di Bandowski: 1-0.

Risposta immediata con una bella verticale di Maier per Thy ma il destro forte è troppo centrale. Pressiamo alti e Koch sradica un pallone in mezzo al campo servendo Nöthe che al limite dell’area allarga per Rzatkowski ma il trequartista non riesce a superare Eicher.

Dopo un primo tempo avaro di emozioni la ripresa si apre con un’occasionissima confezionata da Nöthe, che dopo un triangolo con Koch, serve una cross basso incredibilmente calciato sul palo da Thy dal limite dell’area piccola.
Chi sbaglia paga e infatti al 72° Wolf, entrato da un quarto d’ora, non perdona girando di testa il morbido cross di Adlun: 2-0.

Rialziamo subito la testa con una palla lunga nel calderone spizzata male da Vallori, ne approfitta Ziereis che di testa la rimette in mezzo per Budimir bravo a prolungare al volo per Nöthe che non perdona: al 77° è 1-2!
Accorciate subito le distanze sbuffiamo alla ricerca del pareggio, il tempo c’è, la lucidità nelle giocate pure, manca la solita cattiveria sotto porta e così non basta il climax ascendente della nostra rincorsa.

Prima Thy calcia un piattone centrale su bel rasoterra arretrato di Daube, infine lo stesso Daube da due passi non trova clamorosamente la porta su torre di Nöthe. Nel volto del numero 7 c’è tutta l’incredulità per un partita che avrebbe decisamente potuto avere un altro finale.

Non resta che consolarsi vedendo le nostre dirette concorrenti viaggiare a un passo altrettanto lento. Domenica al Millerntor arriva l’Erzgebirge Aue per uno scontro che sa tanto di ultima spiaggia.

Tabellino

TSV 1860 München
Eicher Kagelmacher Vallori Bulow Wittek Weigl Annan (dal 76° Stahl) Adlung Simon (dal 58° Wolf) Bandowski (dal 64° Vollmann) Okotie.
A disp. Ortega Volz Schindler Rama.
All. Frohling

FC St. Pauli
Himmelmann Startsev Sobiech Gonther Halstenberg (dal 85° Verhoek) Daube Koch (dal 85° Cooper) Rzatkowski Thy Maier (dal 69° Budimir) Nothe .
A disp. Tschauner Buballa Kalla Alushi.
All. Lienen

Reti: 10° Gonther (autogol), 72° Wolf, 77° Nöthe
Ammoniti: Daube, Kalgemacher, Bulow, Halstenberg, Nothe, Eicher.
Arbitro: Harm Osmers (Hannover)
Stadio: Allianz-Arena, München
Spettatori: 25100