Un brodino a Duisburg

06/05/2013 Bundesliga |  Autore: Carlo Ghio

MSV Duisburg - FC St. Pauli

Alla fine si torna a casa da Duisburg con uno 0:0 ed un punticino che regala ai padroni di casa la quasi salvezza matematica, mentre per il Sankt Pauli ci sarà da soffrire fino all’ultimo secondo, specie in virtù dell’ennesima vittoria-salvezza della Dynamo Dresden, ora solo a 3 lunghezze dai nostri.

Nelle prossime due partite dovremo affrontare la seconda (già matematicamente promossa) e la terza (in piena lotta) in classifica. C’è da sperare, se non in un improbabile ed immeritato regalo, da parte del Braunschweig, per lo meno in una mancanza di stimoli da parte dei nostri forti avversari, mentre dal Fritz Walter Stadion sarà durissima uscire anche con solo un punto. Nel frattempo la Dynamo andrà a far visita al già salvo Aalen e quindi ospiterà per l’ultima il già retrocesso e debolissimo Regensburg. L’Erzgebirge Aue potrebbe soffrire un pochino con l’Ingolstadt, ma all’ultima giornata, contro il già retrocesso Sandhausen, non dovrebbe avere problemi. La situazione è quindi durissima e lo spareggio per non retrocedere un’ipotesi tutt’altro che remota.

MSV Duisburg
Wiedwald, Koch (84. Öztürk), Bajic, Brosinski, Exslager (82. Dum), Gjasula (90. Bollmann), Baljak, Sukalo, Wolze, Bomheuer, Perthel

FC St. Pauli
Tschauner – Funk, Kalla, Thorandt, Schachten – Boll, Bruns – Thy, Daube (62. Kringe), Bartels – Ginczek (86. Ebbers)

Arbitro: Robert Kempter (Sauldorf)
Ammoniti: Koch, Wolze, Perthel – Funk
Spettatori: 18.239

Genovese, sponda blucerchiata, è uno dei 3 fondatori del St. Pauli Club Zena nonché l'amministratore di questo sito.