E’ crisi nera

30/09/2012 Bundesliga |  Autore: Carlo Ghio

La sconfitta casalinga con l’Aalen, peraltro lanciatissimo questa stagione, aveva determinato la fine dei rapporti tra il St.Pauli e l’allenatore André Schubert. Al suo posto è arrivata una vecchia gloria dei Braunweiss, l’eroe della mitica vittoria contro il Bayern ai tempi dei Weltpokalsiegerbesieger: Thomas Meggle. Purtroppo il suo esordio è stato dei peggiori.

Il St.Pauli torna sconfitto dal campo di Regensburg con un risultato che non ammette repliche: 3:0, contro una neopromossa tutt’altro che irresistibile. Ora i nostri ragazzi sono quart’ultimi ad un passo dalla zona retrocessione, dove non sono già solo per differenza reti. E’ crisi nera, non c’è dubbio, ma è più che mai in questi momenti che bisogna stare vicini ai nostri ragazzi e confidare in una loro ripresa.

Intanto auguriamo a Meggle di riprendersi al più presto. Siamo sicuri che il suo carisma e le sue capacità possano essere d’aiuto ai nostri. Ma sono i nostri ragazzi che scendono in campo e proprio loro devono dimostrare attaccamento alla maglia e massimo impegno, al di là dell’abilità tecnica, che magari quest’anno lascia un po’ a desiderare. Puntare alla Bundesliga quest’anno resta un miraggio, cerchiamo di salvarci, che non sarà affatto semplice.

SSV Jahn Regensburg
M. Hofmann – Erfen, Laurito, Kamavuaka, C. Rahn – Kotzke, Hein – Wießmeier, Djuricin (81. Neunaber), J.-P. Müller (87. Haag)- Sembolo (72. Machado)
Trainer: Oscar Corrochano

FC St. Pauli
Tschauner – Kalla, Mohr, Thorandt, Schachten – Daube, Funk (69. Kringe) – Bruns, Saglik, Buchtmann (46. Bartels) – Ebbers (60. Ginczek)
Trainer: Thomas Meggle

Reti: 1:0 Sembolo (24.), 2:0 Müller (44.), 3:0 Sembolo (55.)
Ammoniti: Sembolo – Daube, Bartels, Thorandt, Mohr
Spettatori: 10.500
Arbitro: Frank Willenborg (Osnabrück)

Genovese, sponda blucerchiata, è uno dei 3 fondatori del St. Pauli Club Zena nonché l'amministratore di questo sito.