Solo un pareggio col Freiburg

18/01/2011 Bundesliga |  Autore: Carlo Ghio

Nemmeno il tempo di scadarsi le mani che l’entusiasmo del popolo Braunweiss viene gelato da un’assurda decisione dell’arbitro dopo pochissimi minuti di gioco: Zambrano spedisce la palla in corner su evidentissimo colpo di testa, ma per l’arbitro è fallo di mano, in piena area, e quindi calcio di rigore per gli ospiti! Sul dischetto si presenta Papiss Cissé, ma Kessler è prontissimo e con un balzo felino sulla sua sinistra neutralizza il calcio dagli 11 metri! Finalmente il Millerntor è libero di far esplodere i suoi cori di gioia.

Passano quattro minuti ed il Millerntor esplode di nuovo: Oczipka crossa dalla sinistra ed il capitan-bomber Marius Ebbers incorna di testa da centro area mandando la palla verso il palo più lontano alle spalle di Baumann: gran gol del capitano e dal possibile 0:1 si passa invece all’1:0 per il St.Pauli!!!

Il Freiburg prova a riportarsi in avanti, ma tutto ciò che riesce a produrre è un diro da fuori area di Makiadi che di certo non impensierisce l’attento Kessler. Il St.Pauli non fa molto di più e si limita a colpire in contropiede, come al 22′ quando Naki, invitato da Takyi, tira da una ventina di metri mancando il bersaglio. Si va quindi al riposo sull’1:0 per i nostri.

La ripresa inizia con il Freiburg più convinto e tutto lanciato in avanti alla ricerca del pari. Al 50′ Zambrano e Gunesch riescono a liberare l’area prima che Nicu riesca a concludere a rete. Cinque minuti dopo, su azione di calcio d’angollo, Jan Rosenthal spedisce di poco alto di testa. Il St.Pauli si limita, ancora una volta, a colpire in contropiede, ma con scarsa convinzione, come con Takyi al 57′.

Ma quando si pensa solo a difendere l’1:0 si finisce puntualmente per subire il pareggio. Pareggio che infatti arriva al 61′: Kisho Yano salta più in alto di Zambrano in area e serve Cissé che, nonostante la marcatura (blanda) di Gunesch, al volo, trafigge Kessler per l’1:1. Tutto da rifare.

Quattro minuti dopo Stani decide di cambiare l’attacco: fuori Takyi e Naki, dentro Asamoah e Fin Bartels. Mossa azzeccata perché al 68′, sull’ennesimo cross dalla sinistra di Oczipka, arriva come una furia il grande Gerald Asamoah che schiaccia di testa dentro la porta del Freiburg per il 2:1 a favore del St.Pauli!

Al 74′ il St.pauli potrebbe portare a tre le marcature e chiudere la partita: su calcio d’angolo sulla sinistra, il pallone arriva dalla parte opposta a Bartels che, dal limite, lascia partire un gran tiro che attraversa tutta l’area, supera Baumann, ma viene salvato sulla linea da Cissé, improvvisato difensore.

E come spesso accade, da gol mancato per un soffio, arriva puntualissimo il gol subito. E’ ancora una volta Cissé, vero incubo dei sogni Braunweiss, a correre più veloce di tutti, direttamente sul rinvio del proprio portiere, a bruciare Zambrano e ad insaccare, con un perfetto pallonetto, alle spalle di Kessler in uscita per il definitivo 2:2, tra le imprecazioni di Stani che già assaporava i meritati 3 punti.

Festeggiano alla fine i giocatori del Freiburg per un punto in trasferta che ormai davano quasi per perso. Non possono che mangiarsi le mani, invece, i giocatori del St.Pauli che hanno buttato via altri due punti, contro un’avversaria diretta e assolutamente battibile. C’è tanto da lavorare, specie in difesa. Forza ragazzi!!!

Genovese, sponda blucerchiata, è uno dei 3 fondatori del St. Pauli Club Zena nonché l’amministratore di questo sito.