“Golden Gol” di Ebbers al 6° minuto

02/10/2010 Bundesliga |  Autore: Samuele B.

Una partenza lampo ci regala le migliori immagini della giornata. E’ il 6° minuto, Bastian Oczipka si trova sul lato sinistro, gioca un uno-due con Rouwen Hennings, un secondo con Max Kruse, al momento del suo cross Marius Ebbers si avvita in cielo e segna l’ 1-0 per gli ospiti. Sembrerebbe sul punto di esplodere, Marius Ebbers. L’attaccante sembra non riuscire a smettere di esultare e più volte ha alzato il pugno al cielo. Adrenalina pura!
Cordiali saluti da oltre 9.000 gole, la curva degli ospiti è stracolma. Atmosfera da pelle d’oca nella AWD-Arena.

Ora c’è da gestire il risultato. Hannover 96 ha un gran possesso palla, ma il suo gioco appare troppo lento e poco ispirato. St. Pauli è difensivamente molto sicuro ma non esita a proporsi in avanti. Al 29° Bartels serve di nuovo Ebbers, che non esita a lungo e spara da circa 25 metri, ma la palla va oltre la porta. In risposta, ecco la prima occasione per la squadra di casa: un tempestivo cross di Sergio Pinto arriva sulla testa di Abdellaoue, la deviazione del norvegese cambia la traiettoria della palla ma in modo non decisivo, niente di fatto.

Poi ecco una bella occasione bianco-marrone: lunga rimessa in gioco da Lechner, Bartels tira direttamente nel centro della porta (35°), Fromlowitz non ha problemi. St. Pauli ha l’occasione più grossa cinque minuti prima della pausa. Su una punizione da 25 metri battuta velocemente da Kruse e Lehmann, Fromlowitz sembra sorpreso, ma la conclusione di Bartels finisce perfettamente tra le braccia del portiere del 96. Quando tutti sembra stiano già pensando al calduccio degli spogliatoi, ecco un breve momento di shock. Un calcio di punizione di Pinto battuto da lontano entra in area e finisce sulla parte esterna del palo. Fate un bel respiro, siamo a metà partita.

I padroni di casa escono dagli spogliatoi con la giusta tensione e cercano subito il pareggio. Su un calcio d’angolo stretto di Abdellaoue, Kessler può solo respingere verso il centro, a quel punto Stindl si avventa sul pallone, Lechner gli è alle spalle, Stindl inciampa e cade. Nessun fischio e nessuna punizione per i padroni di casa. Ed è giusto così. Stindl si è atterrato da solo (58°).

Al 63° Hennings spara il suo rasoterra da 19 metri, ma va ben oltre la porta. Molto più eclatante l’occasione un minuto più tardi. Hennings da un’occhiata a Kruse sul lato opposto.Il centrocampista mette la palla sul secondo palo, purtroppo un po’ troppo alta per Ebbers che sfiora solo coi capelli. In risposta, Hannover 96 ha la sua occasione più grande. Abdellaoue è servito in area di rigore, Kessler salva splendidamente sulla linea, poi Lechner ferma Stindl in angolo (65°). A questo punto il match è infuocato. Applausi scroscianti dagli spalti quando Ebbers lascia spazio a Takyi . L’attaccante si godrà gli ultimi tredici minuti della sfida dalla panchina.

St. Pauli potrebbe chiudere la partita in un paio di occasioni. Prima Bartels lancia Lehmann in modo esemplare, ma il centrocampista è fermato da Haggui versione “freno di emergenza”: rosso! Il successivo calcio di punizione di Oczipka finisce sulla barriera (80°). Entrano Naki e Asamoah e c’è tempo per un’alta grande occasione ma Cherundolo salva all’ultimo secondo con una bella scivolata (84°). Ci restano ancora sei minuti da vivere tremando ma poi i tre punti sono nel sacco. Gioia senza limiti in campo e in panchina.

Tre punti importantissimi e, forse, insperati per i Braun-Weiss. Ora però c’è da cominciare ad inseguire la vittoria anche al Millentor. Il 16/10, dopo la pausa internazionale, ci sarà il Norimberga.

sul vuoto che da sotto mi spinge, brulica il mio nido di bestemmie